ASSODIMI - ASSONOLO

Associazione Distributori Noleggiatori
Centri Assistenza e Formazione
di macchine e attrezzature strumentali

Esperto risponde



I nostri consulenti al vostro servizio.
Sono stati stretti accordi con consulenti del mondo: Noleggio, Fiscale, Legale, Formativo, Sicurezza che via email forniscono risposte alle problematiche dei soci Assodimi/Assonolo. Poni un quesito
 

Pagina 1 di 23
  • Formazione all'estero e tesserini

    03/11/2017 13.13.51

    La disturbiamo per chiedere due chiarimenti in merito all’attività di formazione di operatori addetti alla conduzione delle attrezzature individuate all’interno dell’Accordo Stato Regioni, per la quale collaboriamo nella gestione dei moduli pratici su mandato di un soggetto formatore accreditato. ATTESTATO/TESSERINO Il soggetto formatore accreditato che sovrintende i corsi ha depositato come matrice per la certificazione dell’avvenuta formazione un attestato cartaceo, senza prevedere un tesserino plastificato (e nonostante i ns. solleciti, la risposta è stata di non voler rilasciare alcun tesserino). Dal momento che negli ultimi corsi i partecipanti hanno palesato l’interesse a ricever anche il tesserino (per questioni di praticità e di minore usura) ci siamo attivati autonomamente per elaborare una tessera plastificata munita di foto dell’allievo. Dal momento che è stato depositato dall’Ente accreditato il solo attestato cartaceo a conferma dell’avvenuta e positiva formazione, e volendo noi dotate i partecipanti anche di tesserino, volevamo sapere se esiste un modo per evitare che il solo tesserino possa venire contestato dagli RSPP o dagli Organi di Vigilanza. L’operatore potrebbe portare con se in cantiere il solo tesserino plastificato o anche l’attestato cartaceo? Potrebbe essere pensabile inserire sul tesserino una dicitura che rimandi all’attestato cartaceo per renderlo valido ai fini dei controlli di legge? In caso affermativo cosa potrebbe essere scritto? LAVORI FUORI ITALIA Trovandoci in una regione di confine, capita che i ns. clienti sconfinino per degli interventi in Austria e/o Slovenia (sena chiaramente contare le aziende più strutturate che mandano operatori in cantieri Europei o anche extra europei). Chiediamo quindi se il tipo di formazione erogata tramite un Ente formatore italiano accreditato sia considerata valida esclusivamente sul ns. territorio nazionale o sia recepita anche in altre nazioni. Restiamo a Vs. disposizione per ogni eventuale chiarimento e/o delucidazione in merito alle due questioni sopra esposte e rimaniamo in attesa di un Vs. cortese cenno in merito.

  • Formazione per i trattorini rasaerba e similari

    28/09/2015 12.47.22

    Buongiorno, in merito alle attrezzature di lavoro individuate all’interno dell’Accordo Stato/Regioni, nello specifico i trattori agricoli e forestali, ci sono giunte voi secondo le quali anche i trattorini rasaerba/trinciaerba e similari necessitano della formazione specifica. Potete cortesemente fornirci qualche chiarimento in merito? Grazie in anticipo e buon lavoro. P.M.P. S.r.l.

  • Da magazzino Vendita a Cespite

    23/04/2015 10.20.31

    Buon abbiamo il seguente problema: abbiamo una macchina considerata merce nel 2014 per un certo valore, quindi presente nell’inventario di fine anno, e ora lasi vorrebbe metterla a noleggio nel 2015. E' giusta la seguente procedura? 1 - Il cambio d’uso viene registrato contabilmente con una variazione delle RIMANENZE INIZIALI 2 - Inserita nello STATO PATRIMONIALE tra le immobilizzazioni come cespite 3 - Il cespite viene ammortizzato come da tabelle di legge

  • Aliquota iva agevolata per nolo e montaggio ponteggi?

    13/02/2015 10.26.11

    Quale aliquota IVA per nolo e montaggio di un ponteggio per ristrutturazione del tetto? Al noleggio e montaggio di un ponteggio può essere applicata l'aliquota agevolata IVA del 10% al fine di ristrutturazione di proprietà privata?

  • Accise sui Gruppi Elettrogeni.

    30/10/2014 12.57.35

    Accise sui Gruppi Elettrogeni. Volevo delucidazioni su come funziona la normativa D.Lgs.26/10/1995 n.504 art. dal 52 al 60, nella quale si ritiene obbligato al pagamento dell'imposta soltanto l' Esercente officina di produzione di energia elettrica, ma non si prende in considerazione l'ipotesi che un noleggiatore possa tenere in carico dei gruppi elettrogeni senza farli funzionare perché destinati al noleggio o ad altre attività.

  • Il committente rimane ma cambia il cliente utilizzatore del noleggio

    29/09/2014 10.47.48

    HO UN PONTEGGIO PRESSO UN CANTIERE IN TRIESTE, CHE E’ TUTT’ORA IN OPERA. IL NOLEGGIO CON INSTALLAZIONE E’ INIZIATO NEL 2005, ED IN TUTTI QUESTI ANNI SI SONO SUCCEDUTE 3-4 IMPRESE. IL COMMITTENTE E PROPRIETARIO DELL’IMMOBILE TUTTORA IN RISTRUTTURAZIONE E’ COMUNQUE SEMPRE LO STESSO. HO ACCUMULATO NEL TEMPO PARECCHIE MIGLIAIA DI CREDITI DI NOLO, SOPRATTUTTO NEI RIGUARDI DELL’ULTIMA IMPRESA, UNA CLASSICA S.R.L. , CHE OPERA ANCHE CON ALTRE SOCIETA’. HO PROVATO A CONTATTARE IL PROPRIETARIO DELL’IMMOBILE, A RIGUARDO DEI MIEI CREDITI, MA LUI MI HA RISPOSTO CHE CON ME NON HA NESSUN TIPO DI RAPPORTO E TANTOMENO ONERE CONTRATTUALE. E’ POSSIBILE RIVALERSI ANCHE SUL PROPRIETARIO DELL’IMMOBILE, IN QUANTO IL PONTEGGIO E’ SERVITO A FARE UNA MIGLIORIA ALL’EDIFICIO


Contattaci

Campi Richiesti *